Temet nosce

Come fare un pene per te stesso

Ricorda che le dimensioni non sono tutto!

BoyBand Love The Series Episode 01 2.0V

Scopri le posizioni migliori da sperimentare per fare dell'ottimo sesso e avere una vita di coppia più che appagante Come aiutare un partner con il pene piccolo sotto le lenzuola? Ci sono molti modi per non farlo sentire a disagio durante il sesso, a partire da posizioni sessuali che facilitano la penetrazione e possono renderla più profonda.

Ma quando possiamo affermare che un uomo è poco dotato?

come fare un pene per te stesso

La dimensione media del pene varia fra gli 11 ed i 17 cm e in termini tecnici si parla di micro-pene solo quando il membro maschile non supera i 7 centimetri da eretto. Considera poi che una vagina durante la sua massima estensione non arriva mai a più di 14 cm, e la parte più sensibile, quella dunque in grado di dare maggior piacere, è quella esterna, la pubico-clitoridea.

Ma poiché non sono uno sprovveduto superficiale che abbocca ingenuamente alle false promesse delle multinazionali farmaceutiche, sapevo benissimo come funzionano realmente Sapevo bene quando è veramente il raro caso di farne uso e comee quando e in quali casi non fanno nulla e non servono a niente, se non a far aumentare i guadagni di chi le vende, prescrive e produce! Tua email: I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n.

Molti uomini dimenticano che è il clitoride il vero e proprio centro del piacere femminile e che quindi, anche se non si è particolarmente dotati, si possono tranquillamente far raggiungere alla propria partner orgasmi intensi e multipli.

Certo, con un pene piccolo purtroppo si possono avere alcune difficoltà a praticare determinate posizioni, soprattutto per il maggiore rischio di "fuoriuscita", ma ci sono altrettante posizioni favorevoli come la prostatite cronica influisce sullerezione, al contrario, vengono in aiuto di tutti quelli che non posseggono un pene di dimensioni stratosferiche Scopriamone alcune.

come fare un pene per te stesso

La montagna magica Nella posizione della montagna magica la cosa più importante è fare un sapiente uso dei cuscini: una volta che ti accovacci contro una pila alta di essi, il partner dietro di te si troverà alla giusta altezza e potrà facilmente penetrarti. Poggiando tutto il suo peso su di te, ti assicurerà una penetrazione profonda, che aumenterà di intensità se tu stringi le gambe durante la penetrazione. Il loto capovolto In questa posizione devi sdraiarti supina, flettere le gambe e afferrare le tue caviglie, un'azione che come fare un pene per te stesso obbligherà a sollevare il bacino.

come fare un pene per te stesso

Il loto capovolto è una buona posizione anche per la stimolazione del punto G, ma ricordati che tu dovrai essere piuttosto flessibile per mantenere bene la postura. La farfalla Se il tuo partner ha il pene piccolo un segreto per provare più piacere è indovinare l'angolatura di penetrazione.

Si tratta di situazioni in cui il giudizio è totalmente assente. E se preferisci, puoi prendere i primi contatti via mail in modo da poter acquisire quella confidenza iniziale che poi ti permetterà di proseguire la terapia con serenità!

La posizione della farfalla è una delle più indicate per sperimentarne di diverse finché non si trova quella più piacevole per entrambi. Distesa su un letto o un tavolo, sollevi il bacino verso di lui, in piedi di fronte a te.

Il partner solleverà o abbasserà il tuo bacino in modo da provare diverse angolazioni di penetrazione, fino a trovare quella ideale.

come fare un pene per te stesso

La piovra Nella posizione della piovra tu sei distesa sulla schiena, lui è in ginocchio davanti a te con una delle tue gambe sulla spalla e l'altra sotto di lui.

Cambiando gamba, potrete anche variare l'angolatura della penetrazione. A cavallo La posizione a cavallo è una delle posizioni più raccomandate se il partner ha un pene piccolo.

come fare un pene per te stesso

L'uomo è disteso sulla schiena, mentre tu gli stai sopra poggiata sulle ginocchia, dandogli le spalle. Potendo tu controllare il movimento, puoi decidere l'intensità della stimolazione del clitoride, la velocità e la profondità di penetrazione, e cambiare ritmo a seconda delle tue preferenze.

La metoidioplastica è un intervento chirurgico di cambio sesso che effettuano i soggetti transgender per poter sostituire l'organo genitale femminile con l'organo genitale maschile. L'intervento chirurgico della metoidioplastica consiste, quindi, nel "trasformare" il clitoride in un clitoride ipertrofico, in grado di avere le stesse funzioni vitali di un pene. La procedura viene completata con una scrotoplastica utilizzando le grandi labbra per contenere due protesi testicolari per formare i testicoli.

Riproduzione riservata.