Riprendere l'attività sessuale - Aimac - Associazione Italiana Malati di Cancro

Erezione dopo la brachiterapia

erezione dopo la brachiterapia erezione alle sei

Email La maggior parte dei pazienti sente di voler riprendere i rapporti sessuali dopo la diagnosi e il trattamento della malattia, ma i tempi e i modi con cui ricominciare variano da individuo a individuo. È corretto affermare che quasi tutti i problemi sessuali connessi con la diagnosi di tumore sono erezione dopo la brachiterapia, ma anche le difficoltà permanenti legate alla sfera sessuale potranno essere affrontate e migliorate.

erezione dopo la brachiterapia il pene più grande e più lungo

È nota la difficoltà con cui sia gli operatori sanitari, sia i pazienti si confrontano con tale aspetto considerato appartenente alla sfera intima della persona e spesso non parte integrante della cura del tumore. I partner sono, inoltre, sollecitati a comprendere reciprocamente i bisogni e i desideri e a ricercare modi alternativi di raggiungere il piacere sessuale. Quando lo psicologo si rende conto della necessità di trattamenti più intensivi o di tipo medico o di tipo psicologico, indirizza il paziente ai vari specialisti.

La chirurgia robotica contro il tumore alla prostata

In caso di scarsa risposta a tali interventi possono essere prese in considerazione le protesi peniene rigide o flessibili da impiantare nel pene. In caso di perdita totale del desiderio, grosse difficoltà ad accettare i cambiamenti del proprio corpo, inadeguate reazioni del partner, perdita irreversibile del funzionamento riproduttivo, livelli elevati di depressione, i pazienti sono inviati a un sessuologo che utilizza psicoterapie sessuali, preferibilmente di coppia.

Informazioni aggiuntive Scarica il libretto in pdf:.

erezione dopo la brachiterapia cosa prendere se il pene non è lungo